Custodire la memoria

Il museo come spazio didattico e convivio educativo tra centro e periferia

Custodire la memoria

Attraverso un percorso sull’evoluzione dell’accezione del termine «museo», nel lavoro si precisano le coordinate delle funzioni e delle finalità dell’istituzione culturale, in cui prevale una netta volontà di conservare ed esporre l’oggetto, che, legittimato dallo studio, è sempre in relazione con i libri.
La ricerca tende, perciò, a rilevare che un museo non può essere disgiunto da una biblioteca sin dalle sue origini. Res et verba sono, infatti, le costanti caratterizzanti le diverse collezioni, soprattutto d’età moderna, in un rapporto pedagogico-didattico che coinvolge anche i reperti esposti e le didascalie presentate al pubblico. Il museo, inoltre, è considerato un «luogo di apprendimento», dove la tradizione e la memoria rivestono un ruolo fondamentale nel recupero dell’identità di appartenenza.
In quest’ottica è affrontato il tema delle sorgenti della didattica museale in Terra d’Otranto, partendo dalla fondazione del museo provinciale di Lecce, la più antica istituzione aperta al pubblico della Puglia, connessa al clima di convivio culturale con finalità educative, creato intorno alla figura di Sigismondo Castromediano.

Il volume è pubblicato con i fondi del Dipartimento di Storia Società e Studi sull’Uomo, Università del Salento.


  • Chi desidera acquistare la copia cartacea del libro (€ 28,00) lo può fare scrivendo a live@erickson.it o contattando direttamente l’autore.



Valutazione:
4 voti, media: 3,75 su un totale di 54 voti, media: 3,75 su un totale di 54 voti, media: 3,75 su un totale di 54 voti, media: 3,75 su un totale di 54 voti, media: 3,75 su un totale di 5 (4 voti, media: 3,75 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...



Tematica: Didattica
Formato: 17x24
Pagine: 238

Rivolto a: Studenti universitari; Docenti

Contenuti:

Prefazione (S. Colazzo)
Introduzione
1. Il museo e la didattica:
Aspetti dei prodromi storici e metodologici fino al secolo XVIII; L’attestazione del museo nel «secolo della borghesia»; Il Novecento: dalla «distruzione» del Museo all’affermazione della Didattica museale; La Didattica museale e i Beni Culturali; Dalla Didattica museale alla Pedagogia del patrimonio
2. La visita museale: La visita tra spazio museale e spazio didattico; La visita nel museo
3. Alle sorgenti della Didattica museale nel Salento: Dal «maladatto magazzino» al Museo; Il Museo nel Salento tra conoscenza e coscienza
Conclusione
Appendice – Per una didattica museale nel Salento: esplorazione preliminare

Bibliografia