Il mondo di Lopo

Un papà, la sindrome di Down e gli altri

Il mondo di Lopo

Raccontare la storia di una disabilità significa raccontare un percorso: un viaggio che non si sa dove condurrà, che non si sceglie per diletto ma perché così ha voluto il destino, e che sicuramente cambierà, nel profondo, chi lo intraprende. Il volume parla di un ragazzo con sindrome di Down e di chi lo circonda: spunti tratti dal vissuto quotidiano di una famiglia, piccoli e grandi momenti in cui anche le cose che sembrano difficili si rivelano speciali. Il mondo di Lopo è un romanzo autobiografico che emoziona e commuove. Ma che tocca anche temi controversi sulla reale accettazione di chi ha una disabilità. Per contribuire a lasciare un segno, per contrastare le spinte all’omologazione di massa e guardare a una società che sappia arricchirsi di altri colori, di sfumature più intense. Per fare affiorare ciò che spesso non si nota, sollevando il mantello dell’invisibilità.

 

  • Chi desidera acquistare la copia cartacea del libro (€ 16,00) lo può fare scrivendo a live@erickson.it o contattando direttamente l’autore.



Valutazione:
1 voto, media: 4,00 su un totale di 51 voto, media: 4,00 su un totale di 51 voto, media: 4,00 su un totale di 51 voto, media: 4,00 su un totale di 51 voto, media: 4,00 su un totale di 5 (1 voti, media: 4,00 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...



Tematica: Disabilità Essere genitori Genitori e disabilità
Formato: 15x21
Pagine: 168

Rivolto a: Tutti

Contenuti:

Premessa
Aprile

Carovigno

Attento, papà

L’arrivo in ospedale

Una pausa con gli amici

La nascita di Marco

Solo

Comunicare la notizia

Daniele e io

Marco arriva a casa

Le terapie

La prima vacanza

L’ingresso in società

La scuola primaria

La scuola secondaria

Lopo

La casa di Lopo

I tablet

I gesti di Lopo

Lopo e suo fratello

I nonni

Cosa pensano le persone di Lopo

Cosa pensa Lopo di se stesso
Riflessioni sulla nostra società

La giornata mondiale della sindrome di Down

Il dopo

Perché Lopo
Riflessioni finali

Sabato, ore 22.30