Voglio amare per favore!

Disabilità, sessualità, buone prassi

Voglio amare per favore!

La sessualità è energia vitale, appartiene a tutti indistintamente e costituisce una componente fondamentale nella crescita globale di una persona. Nell’azione educativa e in quella di cura, la considerazione di essa non può pertanto avere, come spesso invece accade, un ruolo marginale. Il libro documenta un processo valutativo virtuoso che ha accompagnato un percorso di formazione e supervisione tra pari sul tema della sessualità delle persone con disabilità intellettive. Al suo interno, si trovano riflessioni pedagogiche e spunti di grande interesse per professionisti impegnati nell’accompagnamento di persone con disabilità, ma anche per familiari, caregiver e studenti universitari in formazione.

  • Chi desidera acquistare la copia cartacea del libro (€ 19,00) lo può fare scrivendo a live@erickson.it o contattando direttamente l’autore.

 




Valutazione:
0 voti, media: 0,00 su un totale di 50 voti, media: 0,00 su un totale di 50 voti, media: 0,00 su un totale di 50 voti, media: 0,00 su un totale di 50 voti, media: 0,00 su un totale di 5 (0 voti, media: 0,00 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...



Tematica: Disabilità Educare alle emozioni
Formato: 15x21
Pagine: 248

Rivolto a: Formatori, educatori, ragazzi

Contenuti:

Introduzione (Simone Visentin)

PRIMA PARTE – Agire buone pratiche
Capitolo 1
Il senso del percorso: l’alleanza tra i diversi attori del territorio
(Stefania Bisagni, Patrizia Sartori, Stefano Stortolani e Renata Trevisan)
Capitolo 2 
Pionieri dell’utopia: un lavoro che si fa con la persona che si è
(Nicoletta Fugolo, Matteo Mally e Nicola Pagnin)
Capitolo 3
Avere sempre in mente dov’è oriente: dalla quotidianità… alla progettualità (Paolo Bresciani, Elisa Favaro, Francesca Favero e Marta Roverato)
Capitolo 4
Operatori e famiglia: cresciamo insieme.
Il rapporto con le famiglie e il servizio come comunità
(Alessandra Lunardelli, Andrea Padovan, Christian Rizzi e Daniele Rossetti)
Capitolo 5
Disabilità complessa o gestione della disabilità
(Maurizia Ballon, Carlo Alberto Miozzo, Fabiano Prevedello e Federica Stocco)

SECONDA PARTE – Accompagnare buone riflessioni
Capitolo 6
Dalla formazione alla supervisione: spunti progettuali dai focus group (Simone Visentin)
Capitolo 7
Per un dialogo che genera ben-essere.
Il percorso progettuale e valutativo di supervisione alla pari
(Debora Aquario, Elisabetta Ghedin e Simone Visentin)

TERZA PARTE – Coltivare buone culture
Capitolo 8 
Identità professionale (Andrea Canevaro)
Capitolo 9
Disabilità e «voglia di amare» tra quotidianità e progettualità (Angelo Lascioli)
Capitolo 10
Il diritto di amare: piccola antologia di pensieri e scene sul tema.
La parola ai protagonisti (Rinalda Montani)
Capitolo 11
Toccami e lasciati toccare: disabilità, affettività e sessualità (Mario Paolini)

Riflessioni… di apertura (Simone Visentin)
Il blues delle buone prassi (Matteo Mally, Nicola Pagnin e Federica Stocco)
Gli enti coinvolti