IO, negli Altri



IO, negli Altri

«Simone dà forma alla sua riflessione radicale sulla vita, il male, i sentimenti umani, il loro complicato impasto, la loro irriducibile conflittualità, […] esprime la sua personale inquietudine identitaria, si confronta e interroga su di sé, mettendo ingranditi, su un enorme schermo fantastico (quasi per renderli più riconoscibili) gli ingredienti dell’umano, emozioni, affetti, sentimenti, paure, a partire dai più angosciosi, dai più apparentemente incomprensibili.» (Dalla Prefazione del prof. Barale)

Il libro nasce come raccolta di singoli monologhi dei «cattivi» della letteratura (pensati dapprima da recitare in teatro), con un crescendo di complessità dovuta all’incontro della filosofia e delle successive riflessioni sul bene, il male e i diversi valori della vita. Ci troviamo così in una serie di viaggi nell’immaginario mondo dei «cattivi», con un Virgilio tutto speciale che si fa accompagnatore nei meandri di CreativOmbra. Il titolo «IO, negli Altri» ci fa intuire il valore che questo testo, questi monologhi, hanno per Simone. Anche la scelta di pubblicare con Erickson e di chiedere a professionisti illustri la presentazione ha per Simone una grande importanza, è un modo per presentarsi, per mostrare al mondo le sue caratteristiche sia di forza che di fragilità!

  • Chi desidera acquistare la copia cartacea del libro (€ 13,00) lo può fare scrivendo a live@erickson.it o contattando direttamente l’autore.



Valutazione:
6 voti, media: 4,50 su un totale di 56 voti, media: 4,50 su un totale di 56 voti, media: 4,50 su un totale di 56 voti, media: 4,50 su un totale di 56 voti, media: 4,50 su un totale di 5 (6 voti, media: 4,50 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...



Tematica: Espressione Genitori e disabilità Narrativa psicologicamente orientata
Formato: 15x21
Pagine: 128

Rivolto a: chiunque

Contenuti:

Indice

Prefazione (Francesco Barale)
Presentazione (Pierluigi Politi)
I viaggio
II viaggio
III viaggio
Il sognatore: pensieri nella solitudine
Postfazione (Daniela Scotto di Fasano)