La valigia dei ricordi

Italiani emigrati: storie di un'epoca

La valigia dei ricordi

Il libro scaturisce dall’impegno sociale dell’Autore con la prima generazione di emigrati italiani in Svizzera, dai 65 agli 80 anni d’età. Oggi si tende a considerare la questione «anziani in emigrazione» in un’ottica di tipo assistenzialistico vecchia maniera: è un approccio limitato, perché con il suo ricco bagaglio di esperienze accumulate fra due culture, la Terza Età italiana in emigrazione rappresenta, di fatto, una risorsa in gran parte inesplorata e da valorizzare. L’opera dà il suo contributo in questo senso, raccontando l’esperienza dell’Autore come guida di gruppi di anziani durante alcune sessioni di psicodramma junghiano, tese ad accompagnarli nella loro vecchiaia attraverso il recupero dei ricordi e dei sogni.
Il saggio unisce al rigore scientifico la leggerezza espressiva: si rivolge quindi non solo a un pubblico specialistico, di addetti ai lavori, che vi ritroverà una dimensione teoretica a esso più consona, ma anche a un pubblico più ampio, che apprezzerà il linguaggio semplice e accattivante e le numerose spiegazioni per avvicinarsi con la necessaria gradualità a tematiche complesse. Mai noioso o pesante o retorico, sapiente senza essere saccente, l’Autore sa dire cose intelligenti o interessanti senza cadere in tecnicismi e con lo stesso tono che avrebbe durante una conversazione davanti a un tè, alleggerendoci di tanto in tanto la gravosa occupazione di vivere con la salace battuta o l’arguta riflessione.


  • Chi desidera acquistare la copia cartacea del libro (€ 15,00) lo può fare scrivendo a live@erickson.it o contattando direttamente l’autore.



Valutazione:
8 voti, media: 3,50 su un totale di 58 voti, media: 3,50 su un totale di 58 voti, media: 3,50 su un totale di 58 voti, media: 3,50 su un totale di 58 voti, media: 3,50 su un totale di 5 (8 voti, media: 3,50 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...



Tematica: Psicologia Psicoterapia
Formato: 15x21
Pagine: 128

Rivolto a: Tutti

Contenuti:

Introduzione
Precisazioni terminologiche
1. Perché uno Psicodramma con le persone anziane 2. Gli anziani italiani emigrati in Svizzera 3. La persona anziana secondo C.G. Jung 4. Il cambio del nome «Psicodramma» 5. Finalità e fascino delle sessioni 6. Mostrare l’«Anima» 7. Metodologia 8. Utilizzo dei simboli 9. Puer e Senex 10. Polarità 11. Complexio oppositorum 12. Conclusione
Riferimenti bibliografici