Tutti i commenti ai libri

  • Concetta Falanga ha commentato il libro Una didattica per tutti
    circa 4 giorni fa

    Il volume “Una didattica per tutti” (link alla presentazione: https://youtu.be/lY0CA-jANvI) descrive strategie operative messe in atto nel corso di una sperimentazione didattica presso la scuola secondaria di primo grado, ma applicabili a tutti gli ordini di scuola. Le azioni di insegnamento proposte sono adattate in base alle concrete situazioni formative e alle particolari caratteristiche dei singoli alunni e combinano differenti metodologie con il supporto delle TIC. I docenti interessati troveranno spunti e indicazioni per sviluppare processi di apprendimento più autonomi, intercettare i differenti stili di apprendimento, promuovere e/o consolidare l’interesse e la motivazione degli studenti.

  • Moderatore Erickson ha commentato il libro Il legame nonni-nipoti
    circa 1 settimana fa

    Mercoledì 09 giugno 2021 alle ore 12:30 andrà in onda l’intervista radiofonica a Benedetta Landi sul libro “Il legame nonni-nipoti” realizzata per il programma “OnAir”, su Radio Italia 5.
    L’intervista sarà disponibile al seguente indirizzo https://radio.onairpodcastvideo.it/ selezionando, nelle rispettive sezioni, la Regione “Emilia Romagna” e la Categoria “Generica”.

  • Moderatore Erickson ha commentato il libro RaccontAbili
    circa 1 settimana fa

    Presentazione di “RaccontAbili” nell’ambito del XII Festival Internazionale Del Cinema Patologico di Roma.
    L’ODISSEA DELLA DISABILITÀ – Incontro con Zoe Rondini, Dario D’Ambrosi, Domenico Iannacone, Francesco Giuffrè – modera Cecilia Capanna.
    CERIMONIA DI PREMIAZIONE – Partecipano Claudia Gerini e Sebastiano Somma.
    PROIEZIONE DEL CORTOMETRAGGIO VINCITORE.
    Per recuperare la presentazione clicca qui:
    https://www.facebook.com/100008853304373/videos/2629525734019178/

  • Moderatore Erickson ha commentato il libro Adole-scemi?
    circa 2 settimane fa

    All’interno dell’iniziativa “Parma Estate 2021″, giovedì 3 giugno, ore 20.45, verrà presentato il libro “Adole-scemi?” di Stefano Manici. L’autore dialogherà con Elisabetta Salvini. In collaborazione con l’Associazione LOFT.
    Cortile della Biblioteca Civica, Vicolo Santa Maria, 5. È richiesta la prenotazione obbligatoria sull’App Parma 2020+21.

  • Claudio Benetti ha commentato il libro Favole di terra e di aria
    circa 3 settimane fa

    Ricordo ancora la mia infanzia, amavo quando i miei genitori mi leggevano una favola. Recentemente ho comprato un libro di fiabe per mio figlio di due anni e ora leggo sempre qualche favola prima che vada a dormire. Ho letto che i bambini imparano tante parole nuove e anche la loro immaginazione viene stimolata.

  • Moderatore Erickson ha commentato il libro Bullismo: la scuola che lo conosce lo affronta
    circa 3 settimane fa

    Mercoledì 26 maggio, ore 13.00, presentazione del libro “Bullismo: la scuola che lo conosce lo affronta” sulla pagina Facebook di “Istituto Watson” con Luciana Blanc Perotto e Rosanna Pavano.
    Locandina evento: https://www.facebook.com/istituto.watson/photos/a.2054170198140997/3613421742215827/

  • Dalla mia esperienza posso affermare che la metodologia CLIL permetta di guidare i bambini, fin dalla Scuola Primaria, verso l’autonomia e il pensiero critico, grazie all’enfasi su quello che viene chiamato “Research Based learning”, ossia un modo di imparare che dà la priorità al processo euristico piuttosto che all’apprendimento mnemonico.

  • Luisa Ramundo ha commentato il libro RaccontAbili
    circa 1 mese fa

    Nella prima parte di RaccontAbili, Zoe lascia liberi gli interlocutori di narrare a proprio modo la propria esperienza, la propria soggettività. L’autrice li lascia al sicuro emotivamente tanto da aprirsi e confidare di sé. Perciò sospende il proprio punto di vista, e si fa ricettiva al punto di specchiarsi, di riconoscersi in chi, di fronte a lei, si sta rivelando. Racconti del quotidiano, del lavoro, degli affetti famigliari e delle emozioni più profonde e intime, quelle che si esprimono nell’arte, nell’amore, nella spiritualità e nell’erotismo.
    Nella seconda parte del lavoro Zoe, nei suoi articoli di approfondimento, interpreta ed entra di nuovo in gioco in prima persona.
    L’ho trovato appassionante dall’inizio alla fine. Meravigliosi i capitoli sul tantra e la ricerca di sintonia profonda con le proprie percezioni, le sensazioni più piacevoli. Potenzialità di piacere che una ricerca di relax e di armonia profonda riescono a trasformare in esperienza piena, armonica, totalizzante. E, se non è scontato, per nessuno, un amore di totale coinvolgimento emotivo, tutti possiamo vivere esperienze intense, dolci e appaganti.
    Come mi è già successo con Nata Viva, scopro riflessioni, emozioni e coscienza in cui mi riconosco in pieno. Come accade con il Dialogo con il professor Nicola Siciliani de Cumis a proposito del Poema pedagogico di Makarenko. “Tutti sperimentiamo la sproporzione tra come siamo e come vorremmo essere”. Poi “Ci sono “uomini-pilota, uomini-modello che sperimentano valori morali e sociali inediti(…). Gli ultimi diventano i primi. Il negativo dell’esistenza è la condizione necessaria per concretizzare una positività prima inesistente”.

  • Massimo Mandorino ha commentato il libro RaccontAbili
    circa 2 mesi fa

    Zoe, per la seconda volta, dimostra tutta la sua indole alla scrittura.
    E questa volta ci “regala” RaccontAbili.

    Un “manuale” (a me viene di chiamarlo così) di delicata, scorrevole e affascinante lettura, attraverso il quale ci propone, con coraggio e semplicità, uno spaccato vero, genuino, reale e sentito, su alcuni aspetti delle persone con disabilità che troppo spesso vengono ignorati o nascosti, non per cattive intenzioni, ma semplicemente perché “scomodi” o “imbarazzanti”.

    Zoe ci conduce per mano in questo mondo ancora troppo “affamato” e bisognoso di comprensione e divulgazione. Un manuale rivolto non solo a chi è avulso da quest’ambito, ma anche (e forse soprattutto) alle famiglie, agli operatori e alle istituzioni coinvolte su e nel tema della disabilità.

    Grazie Zoe

  • laura marullo ha commentato il libro Una didattica per tutti
    circa 2 mesi fa

    Secondo Ken Robinson, “la capacità di ispirare gli studenti a imparare è ciò che i grandi insegnanti fanno”. Incarna questo assunto e questo modello di docente Concetta Falanga, autrice del volume “Una didattica per tutti”, pubblicato per la casa editrice Erikson, che propone strategie operative concrete e attuabili per il conseguimento del successo formativo degli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.
    Docente di Tecnologia nella scuola “L. Castiglione” di Bronte, Concetta Falanga è una prof. 2.0 che coniuga la migliore tradizione pedagogica costruttivista con l’uso delle tecnologie per l’informazione e la comunicazione nella scuola. Non a caso i suoi canali social, You Tube, Facebook e Instagram hanno un larghissimo seguito e rappresentano un serbatoio inesauribile di materiali didattici per lo studio e l’approfondimento della tecnologia.
    La grande esperienza acquisita sul campo, oltre agli studi specialistici sulle più moderne teorie didattiche, confluiscono nel prezioso volume in cui, come recita il sottotitolo, si passano in rassegna “esperienze di flipped classroom e mastery learning”, i due presupposti teorici che si traducono in azioni di insegnamento adattate alle concrete situazioni formative e alle particolari caratteristiche dei singoli alunni. Assume una grande rilevanza, in questa prospettiva, la necessità di ricreare le condizioni favorevoli affinché ciascun alunno possa imparare al meglio, grazie anche all’uso di nuove tecnologie, metodologie e strategie che rendono l’insegnamento non soltanto più efficace, ma anche più divertente. Attraverso esempi pratici, il libro offre suggerimenti importanti su tutte le fasi del processo di insegnamento-apprendimento: dalle strategie che i docenti possono sperimentare al ruolo di alunni e famiglie, fino alla verifica e alla valutazione. Si tratta, dunque, di uno strumento prezioso, di un insostituibile vademecum non soltanto per i docenti, ma anche per le famiglie e per i diversi bisogni educativi degli alunni, che possono così scoprire la chiave per acquisire quelle competenze trasversali che garantiscono il successo nella scuola e nella vita.
    “Non ho mai insegnato nulla ai miei studenti; ho solo cercato di metterli nelle condizioni migliori per imparare”, affermava Albert Einstein a proposito della sua attività didattica, confermando l’efficacia del metodo proposto nel volume che svela ai suoi lettori il segreto di un successo formativo non più appannaggio di pochi, ma risorsa “per tutti”.