Tutti i commenti ai libri

  • Moderatore Erickson ha commentato il libro Ofelia
    circa 3 giorni fa

    Martedì 09 luglio, alle ore 20.30 – a cura dell’Università Adulti a Pieve di Soligo (TV) in Corte Morona (in Auditorium Battistella-Moccia in caso di pioggia), presentazione del libro “Ofelia”, sarà presente l’autrice.

  • Serena Di Natale ha commentato il libro Il silenzio non è mai silenzio
    circa 2 settimane fa

    Ho letto questo libro con molta attenzione e curiosità e il risultato è stato davvero un flusso di emozioni continue. La bravura della scrittrice è stata oltre che quella di saper far coesistere due pensieri senza cadere mai nel banale e senza perdersi, quella di far uscire parti di sè che spesso può essere difficile fare pur essendo professionisti del settore. Lei ci ha mostrato il suo dolore raccontandolo con molta delicatezza e ci ha fatto percepire quanto un figlio ed una madre, fortemente legati per natura, ad un certo punto arrivano a separarsi a causa di una malattia. Ma qui, la scrittrice ci descrive un distacco maturo e adulto dove alla “morte” e nella malattia, il legame non finisce perché ci portiamo dentro la consapevolezza e il ricordo di una madre sempre viva dentro di noi!

  • Petronilla Franca Campiglia ha commentato il libro Un Kilo Rosso per Mike
    circa 3 settimane fa

    Straordinario, scritto in modo magistrale vi leggo ansie ed emozioni di quei momenti a volte concitati; grazie Dottoressa per voler far conoscere la nostra realtà.

  • michela ciamarra ha commentato il libro Il silenzio non è mai silenzio
    circa 3 settimane fa

    Ho finito il libro in meno di un’ora. Ma non è stato facile iniziarlo a leggere, perché come mi accingevo, mi saliva il groppone e mi si riempivano gli occhi di lacrime, le prime pagine sono tutte bagnate. Toccavo il dolore dei miei cugini, con i quali ho condiviso tanti pezzi di vita, soprattutto quelli degli anni più giovani. Poi però sono entrata nei ricordi, tutti vivi, ricordi che vedevo da fuori, ma di cui conosco bene le voci, gli odori, i luoghi, i colori. Ho “visto” quel dolore dissolversi in quei ricordi, che piano piano ricompongono pezzo per pezzo la vita di una donna forte e tenace, ingiustamente precipitata nel buio più crudele. Grazie Carla per questa coraggiosa lezione di vita. Prestarle la tua voce è stato il gesto d’amore più grande che potevi farle.

  • Alfredo Paolini ha commentato il libro Pinguo nel paese dei ghiacci
    circa 4 settimane fa

    La storia di Pinguo mi ha profondamente colpito: impressionante la delicatezza con cui l’autrice ha affrontato l’argomento della disabilità, raccontando con grande tenerezza la storia di questo gruppo di pinguini… scolari e della loro “insegnante speciale”, unendo grandi capacità affabulatorie (e – vorrei dire – liriche) ad una notevole competenza e conoscenza dell’argomento, grazie – immagino – ad anni di esperienza “sul campo” e ad una sensibilità non comune!

  • Maria Franze' ha commentato il libro Il silenzio non è mai silenzio
    circa 1 mese fa

    Bellissimo! Ho trovato questo libro di grande impatto emotivo. Mi ha fatto riflettere e commuovere. L’autrice con un linguaggio semplice ma efficace guida il lettore in questa terribile e misteriosa malattia che è l’Alzheimer, descrivendo i pensieri e le emozioni di chi la subisce. Un morbo che trascina via tutto con sé, tranne la capacità di percepire l’amore, così come la possibilità di donarlo: questo è il grande messaggio che ci lascia l’autrice che ha visto sua madre allontanarsi, inabissarsi lentamente nell’oblio fino a divenire quasi irraggiungibile. Lo consiglio vivamente!

  • angelo Bellesia ha commentato il libro Emozioni 2.0
    circa 1 mese fa

    Brava Susy Bellesia!
    Un libro diretto, fruibile e ricco. Tante indicazioni e tanta empatia! Tanta emozione che si vive leggendo e tante possibilità concrete per aiutare i piccini a gestire le loro emozioni e per… tornare piccini con loro e crescere insieme coltivando un mondo interiore per farlo fiorire. Che ce n’è tanto bisogno!!!

  • Gaia Sardella ha commentato il libro Il silenzio non è mai silenzio
    circa 1 mese fa

    Ho letto il libro in maniera così vorace che quasi sicuramente lo rileggerò, per assaporare nuovamente tutte le emozioni racchiuse in esso.
    Volevo fare i complimenti a Carla per aver descritto in maniera così precisa ogni ricordo, ogni profumo, ogni piccola e semplice cosa legata alla sua mamma.
    Di una cosa ero sicura e dopo aver letto il libro lo sono ancora di più; stare vicino ad una persona con la sindrome di Alzheimer non è semplice, ma è speciale.
    Io, in questo caso in qualità di nipote, voglio correre indietro, per non dimenticare mai tutto quello che nonna era! Lo è ancora… l’Alzheimer non modifica l’essenza, ma solo la forma.
    Grazie per il tuo libro Carla, meraviglioso!♥️

  • Elisa Di Carlo ha commentato il libro Il silenzio non è mai silenzio
    circa 1 mese fa

    Il silenzio non è mai silenzio OLTRE l’Alzaimer

    Un libro che… Ma no
    Non è un libro…
    Non si legge…

    Gli occhi sono solo l’ingresso: è un viaggio… “OLTRE”
    Normalmente leggo un libro e, quando mi prende, sono io ad entrare nel libro, nei personaggi…
    In questo caso è “TUTTO ” che entra in me…
    Tutti i sensi sono porte di ingresso: la vita, le emozioni, i sogni, i ricordi, le gioie e i dolori di Maria Teresa, la mia dolce zia, entrano nell’animo
    Una figlia, Carla, che con elevato grado di empatia entra nella sua mamma e ne racconta i ricordi, i vissuti e poi le andate e i ritorni, i silenzi, la vita che si trasforma… con un’armonia che rimanda il calore, gli odori, i sapori dei suoi giorni.
    Un capolavoro

  • Paolina Di Iorio ha commentato il libro Il silenzio non è mai silenzio
    circa 1 mese fa

    Carla che dirti! Ottimo lavoro. In ogni riga del tuo libro noto un amore solido ed indissolubile di Maria Teresa per te Carla, sempre sfuggente per i tuoi impegni, per te Anna che vivi lontana e per te Michele il cocco di casa. È l’amore come dono di sé che è eterno, va oltre ed annulla il silenzio. Io ho avuto il piacere di conoscere Maria Teresa, persona speciale e questa qualità si legge in ogni singola parola del libro. I bellissimi occhi verdi di Maria Teresa sono sorridenti e pieni di approvazione che sintetizzano tutto con questa frase “…questa Carla quante me ne combina”. Carla hai ridato continuità alla sua voce, al suo sapere, alla sua fede, ai suoi rapporti sociali ed amichevoli, al suo senso del dovere ed all’unità della sua famiglia. Il dolore di non poter rivivere l’efficienza si nota nella frase “sorride se sente la mia voce, e a me questo basta”. Una frase che racchiude tutto l’essere mamma con la M maiuscola. La malattia che non genera rassegnazione si nota nella frase “per farti aprire gli occhi dovrò chiamarti “Maria Teresa” e non più “MAMMA”, lo faro’. Io nuovamente mi sono sentita chiamare “Piola”, ho preso il vassoio di “lunette” dal sapore esclusivo, ho gustato il caffè “Lavazza oro” e ho fumato la sigaretta con lei.