Anna Rita Vizzari

3607 visualizzazioni

Custodire la memoria

Il museo come spazio didattico e convivio educativo tra centro e periferia
Custodire la memoria

Attraverso un percorso sull’evoluzione dell’accezione del termine «museo», nel lavoro si precisano le coordinate delle funzioni e delle finalità dell’istituzione culturale, in cui prevale una netta volontà di conservare ed esporre l’oggetto, che, legittimato dallo studio, è sempre in relazione con i libri.


Valutazione:
4 voti, media: 3,75 su un totale di 54 voti, media: 3,75 su un totale di 54 voti, media: 3,75 su un totale di 54 voti, media: 3,75 su un totale di 54 voti, media: 3,75 su un totale di 5 (4 voti, media: 3,75 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

A scuola con i bambini multimediali

Aspetti psicosociali e pedagogici della comunicazione telematica
A scuola con i bambini multimediali

L’ambito delle relazioni e dell’apprendimento si è ormai esteso al piano concettuale di internet. I bambini, in modo particolare, si muovono nelle stanze della rete con naturalezza e curiosità, imparando attraverso la rappresentazione di situazioni educative e attraverso la pratica simulata.


Valutazione:
11 voti, media: 4,55 su un totale di 511 voti, media: 4,55 su un totale di 511 voti, media: 4,55 su un totale di 511 voti, media: 4,55 su un totale di 511 voti, media: 4,55 su un totale di 5 (11 voti, media: 4,55 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Multimedia Kindergarten Bildung

Presenza e impiego dei multimedia nelle scuole dell'infanzia in Alto Adige
Multimedia Kindergarten Bildung

La relazione tra scuola dell’infanzia e mondo dei media è di grande attualità. Il volume si rivolge agli insegnanti di scuola dell’infanzia interessati a riflettere sulla presenza, l’utilizzo e l’approccio ai vari dispositivi mediali (dal classico libro, al registratore vocale, al computer, ecc.), sia per supportare le attività preparatorie e di documentazione, sia per attivare percorsi di media education con i bambini dai tre ai sei anni.


Valutazione:
9 voti, media: 4,11 su un totale di 59 voti, media: 4,11 su un totale di 59 voti, media: 4,11 su un totale di 59 voti, media: 4,11 su un totale di 59 voti, media: 4,11 su un totale di 5 (9 voti, media: 4,11 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Mito da favola

Storie mitologiche per l'istruzione primaria
Mito da favola

Il libro ha l’intento di raccontare agli studenti della scuola primaria alcune tra le più note storie mitologiche del mondo greco e latino, attraverso un linguaggio semplice ed essenziale. I racconti trovano ispirazione dai testi in lingua originale presenti nelle varie antologie per il ginnasio: rispettano la loro originalità e soprattutto la loro impostazione classica. Non si tratta di favole, bensì di racconti giunti fino a noi sin dai tempi più antichi, quando ancora non esisteva la scrittura, grazie al girovagare di aedi e cantori.


Valutazione:
28 voti, media: 4,14 su un totale di 528 voti, media: 4,14 su un totale di 528 voti, media: 4,14 su un totale di 528 voti, media: 4,14 su un totale di 528 voti, media: 4,14 su un totale di 5 (28 voti, media: 4,14 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Il viaggio di Fiabolina

Percorso di riflessione linguistica per la Scuola Primaria
Il viaggio di Fiabolina

Con Fiabolina si può soddisfare l’aspettativa di ogni bambino a scuola: imparare divertendosi!


Autore:
Valutazione:
65 voti, media: 4,40 su un totale di 565 voti, media: 4,40 su un totale di 565 voti, media: 4,40 su un totale di 565 voti, media: 4,40 su un totale di 565 voti, media: 4,40 su un totale di 5 (65 voti, media: 4,40 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Le reti nella Rete

I pericoli di internet dal cyberbullismo alle sette pro-ana
Le reti nella Rete

Com’è il mondo dopo l’avvento di internet? La rete sta plasmando le modalità di comunicazione e di interazione tra le persone, interviene sempre più nella società. Ecco allora che si presentano, veicolati da internet, mancanze, sofferenze, disagi: gli stessi di sempre, ma amplificati, potenziati. La rete diventa una grande cassa di risonanza, una protesi, nel…


Valutazione:
59 voti, media: 4,31 su un totale di 559 voti, media: 4,31 su un totale di 559 voti, media: 4,31 su un totale di 559 voti, media: 4,31 su un totale di 559 voti, media: 4,31 su un totale di 5 (59 voti, media: 4,31 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Insegnare per… apprendere

Nel triennio della Secondaria Superiore, riflessioni, esperienze, gioie e fatiche del docente, che apprende e riordina la sua cassetta degli attrezzi
Insegnare per… apprendere

Due i nuclei essenziali nel presente lavoro: la funzione formativa della scuola e l’esigenza di un’educazione che sia anche emozionale. Ruotano attorno ad una precisa figura di docente che entra in classe, ad ogni lezione, anche per imparare qualcosa di nuovo per sé, compiere un percorso da cui si sente affascinato, un’avventura verso la conoscenza che porti lui, per primo, a crescere, modificarsi: così riuscirà a coinvolgere e trascinare anche i suoi alunni.


Valutazione:
16 voti, media: 4,06 su un totale di 516 voti, media: 4,06 su un totale di 516 voti, media: 4,06 su un totale di 516 voti, media: 4,06 su un totale di 516 voti, media: 4,06 su un totale di 5 (16 voti, media: 4,06 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Un problema di intelligenza

Uno studio sui bambini intellettualmente precoci
Un problema di intelligenza

Esistono forme di diversità più sottili di altre, più invisibili, quindi maggiormente soggette agli stereotipi sociali, siano essi positivi o negativi. La plusdotazione infantile rientra fra esse. Si tratta di una differenza non percepita e stigmatizzata, ma pur sempre di una differenza rispetto alla norma. E la diversità comporta solitudine e incomprensione, alimentate dalla difficoltà nel trovare un proprio simile con cui confrontarsi e con cui crescere.


Valutazione:
24 voti, media: 3,67 su un totale di 524 voti, media: 3,67 su un totale di 524 voti, media: 3,67 su un totale di 524 voti, media: 3,67 su un totale di 524 voti, media: 3,67 su un totale di 5 (24 voti, media: 3,67 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Processi educativi innovativi con la LIM

Formazione dei docenti e costruzione collaborativa di conoscenza multimediale: una sperimentazione nell'ambito di «Innovascuola Primaria»
Processi educativi innovativi con la LIM

«Questo lavoro – accurato, bibliograficamente provveduto, misurato nella riflessione e nelle valutazioni – […] si tiene lodevolmente entro i territori che evidenziano il volto umano della tecnologia in generale e delle tecnologie didattiche in particolare. In tal senso, questo lavoro aiuta gli insegnanti del nostro tempo nella proficua ed efficace utilizzazione di un’importante tecnologia didattica (quale la LIM), mettendone in rilievo gli effetti positivi sul piano cognitivo, epistemologico, euristico.»  


Valutazione:
13 voti, media: 3,62 su un totale di 513 voti, media: 3,62 su un totale di 513 voti, media: 3,62 su un totale di 513 voti, media: 3,62 su un totale di 513 voti, media: 3,62 su un totale di 5 (13 voti, media: 3,62 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Uffa che rabbia!

Uffa che rabbia!

Furio è un bambino altamente infiammabile, un candelotto di dinamite pronto a esplodere a ogni minima scintilla. La sua rabbia è tale da fargli perdere il controllo e questo gli procura solo guai. Un libro sulla rabbia, scritto per bambini, ma da leggere insieme agli adulti: con mamma e papà, se anche loro hanno difficoltà di gestione della rabbia, con insegnanti o con terapeuti.


Valutazione:
52 voti, media: 4,12 su un totale di 552 voti, media: 4,12 su un totale di 552 voti, media: 4,12 su un totale di 552 voti, media: 4,12 su un totale di 552 voti, media: 4,12 su un totale di 5 (52 voti, media: 4,12 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Pietro e il Principe Arabo

Pietro e il Principe Arabo

Pietro Ritrovamenti a nove anni rischia di vedere la sua vita sconvolta: attorno alla sua casa viene rilevata una misteriosa ombra. Pietro è appassionato di archeologia e scavi antichi: potrebbe contribuire a svelare il mistero! Ma l’indifferenza dei suoi genitori e l’ostilità dell’insopportabile Fioretta, responsabile delle ricerche, sembrano ostacoli insuperabili. Fino a quando compare un nuovo misterioso compagno di classe. Pietro ne è affascinato: la carrozza sulla quale si muove, i lineamenti particolari e l’emblematico rotolo trasparente attraverso il quale comunica stuzzicano l’inguaribile fantasia di Pietro e lo guidano nel mondo della disabilità.


Valutazione:
50 voti, media: 4,54 su un totale di 550 voti, media: 4,54 su un totale di 550 voti, media: 4,54 su un totale di 550 voti, media: 4,54 su un totale di 550 voti, media: 4,54 su un totale di 5 (50 voti, media: 4,54 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...