Denise Previtali

7434 visualizzazioni

Storie di principesse, capitani e cavalieri

Storie di principesse, capitani e cavalieri

Dare senso a un disturbo, come la dislessia, corrisponde a un bisogno profondo, libera dalla paura e apre uno spiraglio. Basta un pertugio per far sorgere nell’anima la speranza di poter intravedere la piena luce. Queste storie non sono una risposta confezionata. Sono una proposta. Un esempio di come assumersi un compito. Quello estremamente affascinante dell’educazione. Genitori o insegnanti, non fa differenza.


Valutazione:
51 voti, media: 4,16 su un totale di 551 voti, media: 4,16 su un totale di 551 voti, media: 4,16 su un totale di 551 voti, media: 4,16 su un totale di 551 voti, media: 4,16 su un totale di 5 (51 voti, media: 4,16 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Disprassie evolutive

Disprassie evolutive

Questo breve saggio si propone di indagare le disprassie evolutive alla luce dei disturbi specifici di apprendimento (DSA). Nel riferirsi ai DSA, l’attenzione non va posta solo sulle attività di tipo esecutivo e automatizzato, quali scrivere, leggere e far di conto, ma anche e soprattutto su quelle difficoltà non sempre evidenti nell’ambito scolastico, come lievi…


Valutazione:
7 voti, media: 4,71 su un totale di 57 voti, media: 4,71 su un totale di 57 voti, media: 4,71 su un totale di 57 voti, media: 4,71 su un totale di 57 voti, media: 4,71 su un totale di 5 (7 voti, media: 4,71 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Esperienze di gestione del conflitto in famiglia

Affinità fra servizio sociale e mediazione familiare
Esperienze di gestione del conflitto in famiglia

Il presente lavoro intende confrontare i principi, i metodi e le tecniche propri del servizio sociale con quelli della mediazione familiare, allo scopo di suggerire nuovi significati all’intervento d’aiuto alla persona e alla sua famiglia. I recenti studi e l’esperienza sul campo sono concordi nel mostrare, in particolare, come nella mediazione familiare l’accordo debba essere…


Autore:
Valutazione:
5 voti, media: 4,40 su un totale di 55 voti, media: 4,40 su un totale di 55 voti, media: 4,40 su un totale di 55 voti, media: 4,40 su un totale di 55 voti, media: 4,40 su un totale di 5 (5 voti, media: 4,40 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Favole in piazza

Scuola, famiglia e capitale sociale: il valore delle relazioni
Favole in piazza

Questo libro è di tutte le mamme, i bambini, i volontari e le maestre che hanno partecipato al progetto Son tutte belle le mamme del mondo: rivolto alle mamme di un paese in provincia di Bergamo, puntava a rafforzare i legami sociali all’interno della comunità, promuovere solidarietà, dare vita a un luogo di incontro e riflessione.


Valutazione:
15 voti, media: 4,20 su un totale di 515 voti, media: 4,20 su un totale di 515 voti, media: 4,20 su un totale di 515 voti, media: 4,20 su un totale di 515 voti, media: 4,20 su un totale di 5 (15 voti, media: 4,20 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Il folletto Ya-Ya

Il gioco dell’integrazione
Il folletto Ya-Ya

La storia parla di un folletto di nome Ya-Ya, un personaggio un po’ strano e diverso dagli altri. Questa sua stranezza viene inizialmente considerata bizzarra: gli amici lo trovano divertente; ma poiché Ya-Ya non impara a parlare e non riesce a interagire con gli altri, viene emarginato, finché tre giovani follette prendono a cuore la triste situazione di Ya-Ya e vengono in suo aiuto.


Valutazione:
41 voti, media: 4,29 su un totale di 541 voti, media: 4,29 su un totale di 541 voti, media: 4,29 su un totale di 541 voti, media: 4,29 su un totale di 541 voti, media: 4,29 su un totale di 5 (41 voti, media: 4,29 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Il viaggio di Fiabolina

Percorso di riflessione linguistica per la Scuola Primaria
Il viaggio di Fiabolina

Con Fiabolina si può soddisfare l’aspettativa di ogni bambino a scuola: imparare divertendosi!


Autore:
Valutazione:
65 voti, media: 4,40 su un totale di 565 voti, media: 4,40 su un totale di 565 voti, media: 4,40 su un totale di 565 voti, media: 4,40 su un totale di 565 voti, media: 4,40 su un totale di 5 (65 voti, media: 4,40 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Processi educativi innovativi con la LIM

Formazione dei docenti e costruzione collaborativa di conoscenza multimediale: una sperimentazione nell'ambito di «Innovascuola Primaria»
Processi educativi innovativi con la LIM

«Questo lavoro – accurato, bibliograficamente provveduto, misurato nella riflessione e nelle valutazioni – […] si tiene lodevolmente entro i territori che evidenziano il volto umano della tecnologia in generale e delle tecnologie didattiche in particolare. In tal senso, questo lavoro aiuta gli insegnanti del nostro tempo nella proficua ed efficace utilizzazione di un’importante tecnologia didattica (quale la LIM), mettendone in rilievo gli effetti positivi sul piano cognitivo, epistemologico, euristico.»  


Valutazione:
13 voti, media: 3,62 su un totale di 513 voti, media: 3,62 su un totale di 513 voti, media: 3,62 su un totale di 513 voti, media: 3,62 su un totale di 513 voti, media: 3,62 su un totale di 5 (13 voti, media: 3,62 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Il teatro è come una città

Una sperimentazione educativa attraverso città invisibili
Il teatro è come una città

Il teatro è come una città descrive un’appassionata esperienza educativa sviluppatasi nell’arco di cinque anni, ispirata a Le città invisibili di Italo Calvino.


Tre gruppi di preadolescenti incontrano Marco Polo e Kublai Kan attraverso il teatro, il diverso modo di raccontare con le parole, con gli oggetti e con il corpo nello spazio di questi due personaggi, a partire dal vissuto e da stimoli ricevuti ed elaborati dalla fantasia.


Valutazione:
17 voti, media: 3,94 su un totale di 517 voti, media: 3,94 su un totale di 517 voti, media: 3,94 su un totale di 517 voti, media: 3,94 su un totale di 517 voti, media: 3,94 su un totale di 5 (17 voti, media: 3,94 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Sei favole in corsia

Per i bambini ospedalizzati, i loro familiari e amici, i loro medici e infermieri, il personale di supporto e di aiuto, ma anche per tutti gli altri bambini
Sei favole in corsia

«Questi delicati racconti sono un attualissimo Canto di Natale, sono un delicatissimo canto dell’umanità di sempre con tanta voglia di vivere, di crescere, di giocare, di voler bene e di farsi voler bene, di guarire e di farsi guarire. Purtroppo non sempre il guarire e il farsi guarire è possibile, ma sempre è diritto di tutti, nessuno escluso, pretendere di essere curati, di essere accuditi, di essere accompagnati»


Valutazione:
16 voti, media: 4,50 su un totale di 516 voti, media: 4,50 su un totale di 516 voti, media: 4,50 su un totale di 516 voti, media: 4,50 su un totale di 516 voti, media: 4,50 su un totale di 5 (16 voti, media: 4,50 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...

Un tesoro di nonno

Un tesoro di nonno

Quante volte abbiamo salutato frettolosamente l’anziano vicino di casa, che avrebbe scambiato volentieri due chiacchiere con noi! Quante volte abbiamo guardato il volto e l’espressione del vecchino seduto di fronte a noi in autobus o nella sala d’aspetto del medico! Com’era quella persona da giovane, quali esperienze ha vissuto, cosa pensa della sua vita passata e presente? Alcune risposte si possono trovare in questo libro, che non vuole essere solo una raccolta di storie di vita vissuta, ma anche un’occasione per riflettere sulla condizione dell’anziano e sulla ricchezza che custodisce.


Valutazione:
15 voti, media: 4,67 su un totale di 515 voti, media: 4,67 su un totale di 515 voti, media: 4,67 su un totale di 515 voti, media: 4,67 su un totale di 515 voti, media: 4,67 su un totale di 5 (15 voti, media: 4,67 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...