• Federico Lupo ha inviato un aggiornamento:   3 anni, 10 mesi fa · Vedi

    CONVEGNO DELL’ASSOCIAZIONE UN FUTURO PER L’AUTISMO AL MUSEO DIOCESANO in occasione della ”GIORNATA MONDIALE DELLA CONSAPEVOLEZZA PER L’AUTISMO”.
    Il 2 aprile sta diventando una data sempre più pregna di significato. In tutto il mondo la mobilitazione delle Associazioni e dell’opinione pubblica per richiamare l’attenzione sulla conoscenza e sui bisogni di questo diverso modo di essere e di funzionare. Non una malattia come, con errata approssimazione, viene spesso definito, ma un disturbo evolutivo serio, importante, multisfaccettato, che modifica la vita delle famiglie dal suo primo manifestarsi alla età adulta fino all’interrogativo drammatico del DOPODINOI. L’Associazione ”Un futuro per l’autismo” ha organizzato anche quest’anno un evento aperto al territorio al quale hanno partecipato numerosi operatori, sanitari, educatori, docenti, genitori e fratelli. Si, fratelli, poiché il focus quest’anno è stato sulle problematiche della fase di vita adulta, della quale pochissimo si parla nonostante ricopra la gran parte dell’arco della vita, e quella dove si manifestano i maggiori vuoti, nell’inquadramento del disturbo, che viene ”spostato” in altre categorie diagnostiche sparendo come autismo, e dove la presa in carico ripiomba pesantemente sulla famiglia, e dunque anche sui fratelli. La prima parte ha visto l’intervento del vicepresidente dell’Associazione dott. Papa, e del dr. Scifo, responsabile del Centro per il trattamento dei disturbi dello Spettro Autistico. Nella seconda parte vi è stata la messa in gioco dei SIBLINGS, i fratelli, sempre più coscienti del loro ruolo prezioso, strategico ed impegnativo al tempo stesso. A conclusione di un percorso di auto mutuo-aiuto guidato da un fratello più grande, Federico Lupo, hanno presentato il loro libro ”STORIE DI UN VIAGGIO LUNGO UNA VITA” pubblicato dalla Erickson Live, che condensa la loro esperienza autentica nella posizione di fratelli, regalando ai presenti emozioni vere, pregnanti di significato. Un’autentica e ”spettacolare” presentazione del lavoro svolto e ad oggi continuo con e per i siblings della nostra associazione.
    A conclusione il dr. Prestipino ha presentato la Carta dei diritti dei SIBLINGS come riconoscimento della loro particolare posizione e condizione. bisogna ancora fare molto, moltissimo per la mobilitazione delle coscienze, delle professionalità e delle responsabilità del mondo sociale, sanitario e politico affinchè si sviluppi una cultura ed una presa in carico per l’autismo.