Una passeggiata nei misteriosi boschi dell’autismo
Ma l’acqua che viene e mia

I boschi fanno parte da sempre dell’immaginario dei bambini, e sono paesaggi di avventura e angoli di solitudine cercata, lame di luce tra gli alberi e radure di verde tenero, ma anche svolte al buio e paura dell’ignoto. L’autismo può essere un po’ qualcosa di questo, o magari tutto questo, e per attraversarlo bisogna prendersi per mano. È ciò…


Valutazione:
5 voti, media: 4,40 su un totale di 55 voti, media: 4,40 su un totale di 55 voti, media: 4,40 su un totale di 55 voti, media: 4,40 su un totale di 55 voti, media: 4,40 su un totale di 5 (5 voti, media: 4,40 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...