Storie di principesse, capitani e cavalieri

Dare senso a un disturbo, come la dislessia, corrisponde a un bisogno profondo, libera dalla paura e apre uno spiraglio. Basta un pertugio per far sorgere nell’anima la speranza di poter intravedere la piena luce. Queste storie non sono una risposta confezionata. Sono una proposta. Un esempio di come assumersi un compito. Quello estremamente affascinante dell’educazione. Genitori o insegnanti, non fa differenza.


Valutazione:
51 voti, media: 4,16 su un totale di 551 voti, media: 4,16 su un totale di 551 voti, media: 4,16 su un totale di 551 voti, media: 4,16 su un totale di 551 voti, media: 4,16 su un totale di 5 (51 voti, media: 4,16 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...