Com’è bello (brutto) andare a scuola

Ricordi e riflessioni di un docente

Com’è bello (brutto) andare a scuola

Attraverso lo sguardo appassionato dell’autore, questo libro conduce il lettore tra i banchi di un’aula scolastica, dove la relazione umana si rivela fondamentale oltre ogni dubbio. Le riflessioni e le analisi di chi cerca di dare un senso al proprio vissuto nella scuola, dopo quasi quarant’anni di insegnamento, conducono a una consapevolezza profonda circa la centralità del rapporto insegnante-studente. Traendo spunto da episodi autentici di vita scolastica, vengono presi in considerazione attitudini personali, stili e buone pratiche di insegnamento. L’incondizionata fiducia che l’autore ripone negli allievi si rivela incentivo essenziale per quell’agire quotidiano che consente, a lui come a tanti altri, di entrare in classe ogni giorno con rinnovato entusiasmo. Il volume è rivolto a tutti quelli che direttamente (insegnanti e studenti) o indirettamente (genitori e addetti ai lavori) hanno a che fare con la scuola e a chi, per curiosità o nostalgia, volesse darvi una sbirciata.

  • Chi desidera acquistare la copia cartacea del libro (€ 12,00) lo può fare scrivendo a live@erickson.it o contattando direttamente l’autore.

 

Incontri con l’autore: 
https://www.facebook.com/2533580710047224/posts/si-%C3%A8-tenuto-a-ordona-il-18-febbraio-nellatrio-della-scuola-secondaria-il-terzo-a/3503839379688014/




Valutazione:
1 voto, media: 3,00 su un totale di 51 voto, media: 3,00 su un totale di 51 voto, media: 3,00 su un totale di 51 voto, media: 3,00 su un totale di 51 voto, media: 3,00 su un totale di 5 (1 voti, media: 3,00 su un totale di 5, votato)
Caricamento ... Caricamento ...



Tematica: Didattica Educazione
Formato: 15x21
Pagine: 112

Rivolto a: Studenti, genitori, insegnanti

Contenuti:

Introduzione

Il primo giorno

La progettazione

I ragazzi «difficili»

I compiti a casa

Ti do una lezione

Che soddisfazione!

La Programmazione Neurolinguistica

Il conflitto

Il negoziato

L’empatia

Il buon esempio

Una scuola, una famiglia

I metodi d’insegnamento

La formazione

Una proposta per cambiare

L’insegnante di qualità

Com’è bello (brutto) andare a scuola

Come ti vorrei

Conclusioni

Ringraziamenti

Bibliografia